“Vera fotografia. Reportage, immagini, incontri”…

  • 0
Gianni Berengo Gardin

“Vera fotografia. Reportage, immagini, incontri”…

Tags :

Category : Senza categoria

   Dal 18 maggio fino al 28 agosto, il Palazzo delle Esposizioni di Roma sarà la sede di “Vera fotografia. Reportage, immagini, incontri”, la mostra fotografica con gli scatti del maestro Gianni Berengo Gardin. Questa rassegna, con più di 250 fotografie (alcune conosciute e alcune inedite), ripercorre la carriera di Gardin, il fotografo che, con il suo modo accorto e caratteristico, ha raccontato, narrato e documentato il nostro Paese e il nostro mondo, in questi ultimi cinquant’anni. Una delle caratteristiche di Gardin è l’uso del bianco e nero e di alcune particolari macchine fotografiche rigorosamente analogiche. Il maestro, durante la sua carriera, si è particolarmente basato sul mondo del lavoro in Italia, sui suoi cambiamenti, sui manicomi, sui volti, sulla situazione della donna e sulla realtà degli zingari. Potremmo dire che la mostra è anche l’occasione per ripercorrere la storia del nostro Bel Paese, con tutti i suoi maggiori cambiamenti e con gli step fondamentali che hanno segnato la nostra storia dal 1954 al 2015.

Un’altra caratteristica delle fotografie di Gardin è il timbro che c’è sul retro di ogni stampa, segno di veridicità dello scatto e della non manipolazione.

In occasione della mostra molti amici, colleghi ed estimatori del fotografo (da Carlo Verdone a Renzo Piano a Ferdinando Scianna…)  sono stati interpellati e hanno commentato e fatto omaggio alle varie opere.

Oltre alle fotografie, vi è una selezione dei vari libri scritti da Gardin.

Note biografiche.

Gianni Berengo Gardin, fotografo e fotoreporter, nato a Santa Margherita Ligure nel 1930, milanese di adozione ma veneziano nel cuore, si appassiona alla fotografia nella metà degli anni ’50. Le sue opere sono state esposte in tantissimi paesi del mondo e hanno ricevuto numerosi premi.

“La fotografia è la mia benzina, è quello che mi dà l’energia e la forza di muovermi e vivere ogni giorno”. (G.B.Gardin)


  • 0
Photofestival 2016

Photofestival 2016…

Tags :

Category : Senza categoria

Dal 20 aprile al 12 giugno prende il via la grande esposizione milanese di fotografia d’autore promossa dall’Associazione Italiana Foto & Digital (AIF): l’undicesima edizione del “Photofestival”.

Durante la primavera di Milano, si colloca come appuntamento immancabile sia per gli addetti ai lavori che per il pubblico e ci fa percepire il grande fascino della fotografia. In questo periodo saranno presenti ben 120 mostre fotografiche distribuite in circa 80 sedi pubbliche e private di Milano e vicinanze (tra cui Palazzo Bovara, Palazzo Castiglioni, Palazzo Giureconsulti e Palazzo Turati).

(Dal 29 aprile al 2 maggio, inoltre, ci sarà anche “Mia Photo Fair” al The Mall di Porta Nuova, una manifestazione dedicata alla fotografia e all’immagine in movimento, che ospiterà 80 gallerie di diversi Stati).

Il Photofestival  quest’anno ha come tema “Segni, Forme, Armonie”,omaggiando appunto il design.

Saranno presenti fotografi e fotografe illustri, ma anche alcuni esordienti.

Oltre alle mostre, sono previsti incontri con i Maestri e lezioni varie.

Una bellissima occasione per scoprire la magia della foto….


  • 0
Festival Fotografico Europeo: un linguaggio culturale.

Festival Fotografico Europeo: un laboratorio culturale

Tags :

Category : Senza categoria

Il 5 marzo verrà inaugurata la quinta edizione del Festival Fotografico Europeo, con un’ agenda davvero ricchissima, infatti saranno circa 35 le mostre di artisti italiani ed europei, sia emergenti sia famosi, che saranno disposte tra Legnano, Busto Arsizio, Gallarate e la Valle Olona.

Vi saranno inoltre seminari, workshop, proiezioni, multivisioni, presentazioni di letture e di libri, cinema, musica, incontri con importanti esperti, fotografi, giornalisti… insomma un proliferare di eventi e di occasioni che andranno dalla fotografia storica a quella attuale, dal reportage alla documentazione alla fotografia d’autore, con tanti temi proposti come la società, l’arte, l’immaginazione, il territorio, la moda…

Per sostenere e rafforzare la rassegna, ideata e coordinata dall’AFI-Archivio Fotografico Italiano, è stato lanciato un crowdfunding, aperto dunque al contributo di tutti, praticamente in base alla “parte” versata si avrà la possibilità di partecipare ai vari corsi e workshop, alle varie manifestazioni….

In sintesi si potrebbe dire che sarà una specie di laboratorio culturale, aperto alle genti e ai Paesi e quindi alla cultura, in un panorama di progresso, di confronto, di reciprocità e di dialogo.

La visita del Festival Fotografico Europeo può essere anche l’occasione per visitare la suggestiva zona del Lago Maggiore e delle Prealpi Varesine.

Davvero molto interessante…


  • 0
La popolare macchina fotografica.

La popolare macchina fotografica…

Tags :

Category : Senza categoria

Purtroppo si spengono le luci su Holga… infatti la popolare macchina fotografica non verrà più prodotta.

Per chi non lo sapesse Holga è una macchina fotografica economica (chiamata anche toy camera) ideata da T.M. Lee e fabbricata a partire dagli inizi ‘80. Pensata per il mercato cinese, utilizzava il formato 120 con pellicole da 6 x 4.5 mm ed ebbe un vero e proprio boom nella Nazione del Sol Levante… soprattutto perchè inizialmente è stata progettata e destinata proprio per la classe operaia. Holga è stata un vero e proprio simbolo cinese… In non molto tempo il diffondersi della notizia di una macchina fotografica costruita in plastica, un pò “austera” e dal design originale, arriva in occidente (ne vennero venduti oltre 250.000 pezzi in diversi Paesi), facendola diventare un vero e proprio cult. Holga produceva foto con sfocature, vignettature e distorsioni a causa della lente molto semplice, ma proprio queste “lacune” la fecero diventare un mito… questa resa o per meglio dire questi difetti sono stati usati poi anche da Istagram.

Gerald H. Karmele, amministratore delegato di Freestyle Photographic Supplies, il principale distributore Holga negli Usa, ha dichiarato che quando termineranno le scorte nei magazzini e nei punti vendita di tutto il mondo, sarà impossibile trovarne altri esemplari dal momento che appunto la macchina non sarà più prodotta.

La causa… nell’età digitale i produttori di Holga faticano a fare combaciare le spese…


  • 0
Al via a Lucca il Photolux Festival.

Al via il Photolux Festival….

Tags :

Category : Senza categoria

Dal 21 novembre al 13 dicembre si tiene a Lucca il “Photolux Festival”, la Biennale Internazionale di Fotografia.

Lucca sarà letteralmente invasa da tantissime mostre che ci faranno affrontare due viaggi: uno intorno al mondo ed uno interiore, forte e delicato al tempo stesso, nei luoghi dello spirito e del profano. Per questa edizione è stato, infatti, scelto un tema importante: “Sacro e Profano”. Tale argomento è stato affrontato sin dai tempi antichi ed interpretato sempre in maniera diversa: un concetto forte, profondo e mai scontato, ricco di contraddizioni e di ambiguità.

Questa edizione di Photolux ospiterà i lavori di importanti autori della fotografia e del fotogiornalismo nazionale ed internazionale e, oltre alle moltissime mostre, ci saranno anche workshop ed incontri con fotografi, con esperti, con docenti, con critici, con scrittori, con musicisti e con direttori di riviste di fotografia; appuntamenti, quindi, con personaggi di altissimo livello provenienti da tutto il mondo. Il festival appena inaugurato sarà un’edizione dei record sia per la grande quantità di mostre (29), sia per gli ospiti (più di 100), che per per le sedi (12). Enrico Stefanelli, direttore artistico, spiega come il Photolux nasca dalla volontà di diffondere la cultura fotografica nel nostro Paese e come ci sia l’intenzione di far capire che qualunque tema, in particolare per questa edizione quello del “Sacro e Profano”, possa essere sviluppato con diversi linguaggi espressivi.

Due i contenuti diciamo “collaterali” durante il periodo di “esposizione”, il Circuito Off e la Photolux Night. Il Circuito Off, curato dall’associazione culturale WelovePh, è una rassegna fotografica “sparsa”, in pratica una sessantina di esperti di fotografia saranno ospitati in diversi esercizi commerciali (negozi, alberghi, ristoranti, studi professionali ed artistici e laboratori artigiani) dove si potranno ammirare le loro fotografie, che diventeranno parte integrante delle varie attività commerciali. La Photolux Night, invece, è la serata di gala aperta a tutti dove il grande pubblico potrà incontrare i maggiori fotografi, reporter, critici e giornalisti italiani e stranieri. L’appuntamento sarà per la serata di sabato 28 novembre e tra gli ospiti più attesi ci sarà Bettina Rheims, una delle fotografe più importanti del suo tempo. Durante il gala, inoltre, ci terrà la premiazione dei vincitori dei vari contest Photolux 2015.

Insomma se siete dalle parti di Lucca vale proprio la pena fermarsi…


  • 0
Paris Photo dal 12 al 15 novembre 2015

La fiera parigina di fotografia….

Tags :

Category : Senza categoria

Dal 12 al 15 novembre a Parigi, al Grand Palais, riaprirà i battenti Paris Photo, la fiera di fotografia più grande al mondo, arrivata alla sua 19esima edizione. In questo grandissimo spazio espositivo si potranno apprezzare centinaia di fotografie sia di grandi maestri che di giovani talenti. Le foto proverranno da gallerie, da editori e da librai di varie parti del mondo, dagli inizi dell’800 ai giorni nostri. Il Paris Photo offrirà un’eccellente possibilità per incontrare professionisti e maestri e per partecipare attivamente con workshop e laboratori. Durante la mostra si potranno anche scoprire varie novità: dagli scatti effettuati tramite i droni ai caschi per la realtà virtuale che permettono di filmare a 360 gradi fino alle novità nel mondo delle fotocamere e degli accessori.

Un partner ufficiale della fiera dal 2011 è Giorgio Armani che anche quest’anno sarà presente con l’esposizione annuale dedicata al tema dell’acqua nella fotografia: ACQUA#6. L’edizione di quest’anno sarà denominata “Reflecting On Water” ed esporrà foto realizzate da vari artisti sia affermati che emergenti, scelte personalmente dal famosissimo stilista; il tema, in particolare, sarà il gioco dell’acqua che attraverso le luci e le forme crea stupefacenti illusioni ottiche, una sorta di poesia visiva.

Aspettando il grande week fotografico, nella capitale francese è possibile già da ora partecipare a varie mostre e temi inerenti alla fotografia.


  • 0
A

La fotografia al “Macro”.

Tags :

Category : Senza categoria

Dal 9 ottobre al 17 gennaio prossimo il “Macro (Museo d’Arte Contemporanea di Roma)” ospiterà la 14esima edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, con la direzione artistica di Marco Delogu.
Il tema ed il filo conduttore di quest’anno è “Il Presente”: capire attraverso la fotografia quali sono le relazioni di comunicazione e di reciprocità che caratterizzano il giorno d’oggi e quindi proporre una riflessione sul nostro vivere quotidiano. In una società che si muove sempre più velocemente e che ci costringe, quindi, a correre, è necessario anche fermarsi ed iniziare a guardare per comprendere e per vivere il presente ed è questo, attualmente, uno dei compiti della fotografia o per lo meno il messaggio lanciato da questo Festival. Si potrebbe anche dire abbandonare o superare la “fotografia della nostalgia” e rilassarsi nella fotografia del presente.
Durante questi mesi verranno esposte opere di vari artisti italiani ma anche internazionali, già affermati ma anche emergenti, a cui saranno riconosciuti diversi premi.
Gli spazi del Festival usciranno anche dal Macro, infatti in altri luoghi della Città Eterna sarà possibile vedere mostre fotografiche, come in gallerie private, in Accademie di Cultura Straniera o in spazi istituzionali.
Quest’anno, inoltre, vi saranno due novità: una proiezione di lavori multimediali e un’esposizione sul libro fotografico.


  • 0
LA FOTOGRAFIA

CAMERA-CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA

Tags :

Category : Senza categoria

Apre oggi pomeriggio (30/09/2015) a Torino, sotto la direzione di Lorenza Bravetta, “CAMERA-il Centro Italiano per la Fotografia”. Il nuovo spazio di circa 2.000 metri quadrati sorge in via delle Rosine (dove nasceva la prima scuola pubblica del Regno d’Italia) e punta ad essere luogo nazionale ed internazionale di mostre, di ricordi e archivi, di incontri, di programmi educativi, di laboratori creativi e di master, con la finalità di incentivare, promuovere e valorizzare la fotografia ed un’educazione visiva, rivolta sia ai bambini che agli adulti. Camera verrà inaugurata con la mostra di 300 scatti dedicata all’artista ribelle Boris Mikhailov, tra i più importanti creatori ucraini viventi cresciuti nell’ex Unione Sovietica.